BIBLIOGRAFIA

vaticano

AVVISO ai PELLEGRINI CHE DESIDERANO VISITARE LA TOMBA DI S.TOMMASO APOSTOLO in ORTONA

Per ragioni tecniche di ordine pratico e di sicurezza le Visite nella Basilica Cattedrale vanno effettuate soltanto durante la normale apertura della Basilica (e sospese durante le funzioni religiose).


Non si possono accettare e accogliere pellegrini al di fuori dell'orario normale stabilito.

E' molto importante a questo proposito telefonare e prenotare  per sapere gli orari più adatti e i tempi a propria disposizione.

 

richiesta pellegrinaggio

 

 

contatti

Visite agli articoli
2172195

 

raccolta_lavori_carmine

 

anno 2° numero 25 del 20 marzo 2011
II domenica di Quaresima

Liturgia di oggi

Introduzione
In questa seconda domenica di Quaresima siamo invitati a contemplare la gloria del Cristo trasfigurato per
comprendere il significato della sua morte. Accettare la croce è stato difficile per i discepoli, che ne rimasero scandalizzati, ed è difficile per ciascuno di noi.

Pertanto, è necessario accogliere con disponibilità il comando di Dio proclamato dalla voce che si ode dalla nube sul Tabor: «Ascoltatelo». Dall’adempimento di questo invito può sorgere in noi la stessa disponibilità che fu di Abramo, e la stessa dedizione al vangelo che fu di san Paolo.

Prima lettura Gn 12, 1-4 Vocazione di Abramo, padre del popolo di Dio. 

La chiamata di Abramo è una vocazione personale, che richiede da lui disponibilità e fiducia nella promessa di Dio. Con storia del patriarca di Israele comincia la storia della salvezza. Abramo, infatti, è benedetto da Dio e portatore di benedizione per tutti i popoli.

Dal Salmo 32 Donaci Signore il tuo amore: in te speriamo.

L’occhio del Signore si posa su coloro che gli sono fedeli e li salva. Invochiamo insieme al salmista il suo sguardo benevolo.

Seconda lettura 2 Tm 1,8b-10: Dio ci chiama e ci illumina.

Paolo esorta il discepolo Timoteo a condividere la sua fatica nell’annunciare il vangelo, senza vergognarsi neppure della prigionia nella quale l’apostolo si trova. Il fondamento di tutto è la vocazione alla sanità ricevuta, non per merito ma per grazia. La grazia, infatti, ci è stata donata per la passione e resurrezione di Gesù.


Riflessione sul vangelo 
Mt 17 1-9 Il suovolto brillò come il sole

L’episodio della trasfigurazione rivela la natura divina di Gesù di Nazareth. È in lui che Dio illumina l’umanità con la sua grazia. Gesù è l’amato dal Padre: per mezzo di lui e della sua croce anche noi siamo chiamati alla gloria della trasfigurazione.

La Basilica Cattedrale San Tommaso Apostolo utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.